mercoledì 22 febbraio 2012

Polpette al sugo

Che dire delle polpette al sugo, quelle della mamma, quelle che faceva la nonna. Il vero comfort food italiano. Questo è uno dei piatti che più mi ricorda l'infanzia. Le polpette sono sempre stato il trucco per far mangiare volentieri la carne ai bambini. E con il sugo la vostra mamma non vi condiva la pasta? La mia sì, gli spaghetti... e aveva risolto primo e secondo! Così semplici e così speciali. In realtà non è un mistero che le migliori ricette della nostra cucina siano nate dalla fantasia delle nostre nonne per "tirar fuori" qualcosa di buono con pochi ingredienti, spesso poveri. La carne non è sempre stata così presente, come ai giorni nostri. Era un ingrediente costoso, che le famiglie non potevano permettersi tutti i giorni o in abbondanza. Unirla al pane era un modo per aumentare le quantità e sfamare tutta la famiglia.
Oggi le polpette sono un culto. Si possono preparare in mille modi e maniere. Con la carne, con il pesce, i legumi, con le verdure (come quelle con le melanzane) o anche solo con il pane. E poi fritte, al forno, al sugo (appunto), al vapore, e chi più ne ha, più ne metta... e qui la rima cadeva perfetta ma andiamo alla ricetta :P
Questa è la versione casalinga più semplice.

Ingredienti:
(2-4 persone)

400 g di carne macinata
mezza cipolla o 1 cucchiaio di verdure per soffritto
250 ml di passata di pomodoro
4 fette di pane casereccio (mollica)
4 cucchiai di grana grattugiato
1 uovo
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
prezzemolo
sale

In una ciotola mettete la carne macinata, la mollica sbriciolata, l'aglio e il prezzemolo tritati, l'uovo e il formaggio. Aggiungete un pizzico di sale e impastate bene tutti gli ingredienti. In un tegame mettete due cucchiai d'olio e fate rosolare la cipolla tritata o un cucchiaio di soffritto. Versate la passata di pomodoro, mescolate e portate a bollore. Nel frattempo preparate le polpette e rosolatele velocemente in una padellino con un filo d'olio (devono solo prendere colore e non cuocere).









Mettetele nel sugo, fate riprendere bollore e aggiungete un bicchiere d'acqua. Cuocete le polpette per almeno 30 minuti (anche oltre) facendo restringere il sugo (se necessario aggiungete ancora un po' d'acqua). Servitele calde o tiepide... e buona scarpetta!

note:
- se avanzano, il giorno dopo, riscaldate, sono forse ancor più buone.
- si possono surgelare, insieme al loro sugo, per averle sempre pronte.
- sono un ottimo modo per riciclare gli avanzi di carne.

stampa il post

Print Friendly and PDF
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...