mercoledì 17 agosto 2011

Gazpacho


Agosto… e io ho il frigo pieno di pomodori!!! Eh sì è colpa mia, non ho resistito ai primi, veri pomodori San Marzano. Il pomodoro per eccellenza, quello con cui puoi fare di tutto e tutto viene benissimo, dalla salsa alle fresche insalate. Mamma mia che desiderio di una bella caprese, magari con la mozzarella di bufala… vabbeh non posso (sono intollerante al lattosio ahimé). Certo basterebbe li tirassi in un tegame con due foglie di basilico e verrebbe fuori uno di quei sughetti mmhmm perfetto su un bel piatto di spaghetti!! Però no, fa troppo caldo per stare davanti ai fornelli… ci sono: un bel gazpacho! Buono, rinfrescante e veloce da preparare!
Esisto molte varianti della ricetta. Vi propongo quella classica. E' la più semplice e a mio avviso la migliore (da cui ho eliminato l'aglio però).

Ingredienti:
(per 2 persone)

10 pomodori San Marzano maturi (o 4 se avete quelli tondi da sugo)
1 cetriolo
1 peperone rosso o giallo medio
½ cipolla rossa
1 fetta di pane
olio extravergine di oliva
aceto bianco
tabasco
sale
pepe

Lavate e sbucciate i pomodori (tuffandoli per 30 secondi in acqua bollente dopo aver inciso la buccia o più semplicemente passando il dorso della lama del coltello su tutta la buccia premendo leggermente… poi vedrete che la buccia verrà via facilmente) ed eliminate i semi. Sbucciate il cetriolo, dividetelo a metà ed eliminate eventuali semi. Aprite il peperone, togliete i semi e le coste bianche. Riducete tutte le verdure a pezzetti, compresa la cipolla, e disponetele nel mixer o nel bicchiere del frullatore a immersione. In una ciotola a parte bagnate la mollica del pane in acqua fredda, strizzatela, bagnatela ora con l’aceto, strizzatela di nuovo e unitela alle verdure. Aggiungete due cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e frullate tutto molto bene (se dovesse essere troppo densa aggiungete qualche cucchiaio di acqua gelata). Assaggiate per aggiustare di sale o aceto.
Il gazpacho è una zuppa che viene servita molto fredda quindi vi consiglio di prepararla in anticipo e tenerla in frigo per un paio di ore. Al momento di consumarlo, mettete due cubetti di ghiaccio in ogni ciotola, o bicchiere, e servite a parte tabasco e pepe (versione Andalusa) o peperoncino forte e qualche barba di finocchietto (versione dell’Estremadura) per condire. Generalmente il gazpacho viene proposto da solo o accompagnato da dadini di pane fritto e crudités varie o, a volte, anche con l’aggiunta di un cucchiaio di panna. Ottimo anche come aperitivo servito in bicchieri da cocktail.

Note:
- come si intravede in foto, io ho lasciato i semi perché se vogliamo trarre il massimo beneficio dal pomodoro, è proprio lì che troviamo il “licopene”, prezioso antiossidante. Ma mi raccomando! Che i pomodori siano rossi e ben maturi altrimenti è praticamente assente.

- sapevate che il pomodoro San Marzano della valle del Sarno è diventato un prodotto DOP?

stampa il post

Print Friendly and PDF
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...