mercoledì 31 ottobre 2012

Eco-Halloween



Si sta avvicinando la notte delle streghe e, nonostante il brutto tempo, molti si stanno preparando per la notte più spaventosa dell'anno. Biscotti, dolci, caramelle e tante tante zucche. Halloween è una festa di origine celtica e tipica dei paesi anglosassoni ma negli ultimi anni si è diffusa anche in Italia. Chi più, chi meno, è d'accordo nel festeggiare la notte delle streghe ma molti sono concordi nel pensare che molto sia dovuto all'enorme giro di affari che la festività genera. Vogliamo parlare del consumismo legato alle festività? Vogliamo parlare del fatto che Halloween non fa parte delle nostre festività tradizionali e che forse non ne avrebbe mai fatto parte se non ci fosse stato un interesse economico e commerciale? Ogni anno i pro e i contro accompagnano la festività.
Vabbe’ vi risparmio quello che penso in merito e vorrei lasciare/lanciare qualche suggerimento per una notte delle streghe più sostenibile.

La zucca:
se la incidete o intagliate, fatelo all’ultimo momento in modo che il giorno dopo sia ancora buona da poter essere consumata e non buttata.
Se la decorate o dipingete, scegliete colori atossici lavabili o colori alimentari in gel. Finita la funzione Halloweenesca la si può lavare e mangiare.

Vestiti e travestimenti:
cercate vestiti, maschere, cappellini etc., utilizzati durante feste precedenti o organizzate, con le mamme e gli amichetti di scuola, uno scambio di vestiti che ai bimbi più grandi non vanno o non interessano più ma possono essere utilizzati dai bimbi più piccoli.. e così anche per tutti gli accessori.

Le decorazioni:
acqustate fantasmini, ragni, insetti e festoni riutilizzabili per gli anni successivi: l’ambiente e il portafogli vi ringrazieranno

i dolcetti:
non acquistate più dolcetti e caramelle del necessario. Chiaramente non devono scarseggiare, soprattutto per i bambini ma quante volte finite le feste rimangono enormi quantità di dolci? Fate in modo di non doverli buttare o doverne mangiare per settimane, con evidenti conseguenze sulla vostra linea o i denti dei bimbi.

Happy Halloween a chi lo festeggia.

5 commenti:

  1. grazie per questo ECO-post cara Iris, utile e interessante! seguirò i consigli;) un abbraccio e felice halloween :***

    RispondiElimina
  2. grazie Simona :) a presto :D

    RispondiElimina
  3. Sulle festività non propriamente nostre..bhè, potremmo discuterne all'infinito. Personalmente mi piace Halloween, per il semplice banalissimo fatto che mi piace l'arancione della zucca, mi piacciono le streghette, mi piacciono le leggende del Mondo Sotterraneo...Se vogliamo discutere di significati, dovremmo proprio partire da festività totalmente commerciali come san Valentino, o il Natale stesso!!!..e ognuno avrebbe, giustamente, i propri pro e i propri contro. Discorsi abbastanza inutili, tutto sommato. Trovo invece utilissimi alcuni consigli come quelli di Iris... anch'io ho fatto una piccola festicciola per bambini (per vederci tra noi adulti con la scusa di festeggiare i bambini!!) dove ci siamo fatte da sole gli addobbi qualche giorno prima..recuperando tutti i cartoncini colorati sparsi per casa...coinvolgendo i bambini stessi e qualche mamma..e riutilizzeremo tutto il prossimo anno.. e il prossimo anno ho intenzione di intagliare una zucca e...farne un buon risotto il giorno successivo!!

    RispondiElimina
  4. :) Ormai Halloween è passato, io mi sono fatta un bel giro approfondito nel tuo blog, e ti volevo fare i complimenti per le foto.
    Fortuna che avevi detto che non eri soddisfatta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie ^_^ mi fa molto piacere che ti piacciano ^_^

      Elimina

stampa il post

Print Friendly and PDF
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...