venerdì 7 dicembre 2012

Involtini con carote dal ciuffo

Sono sempre felice quando trovo le verdure fresche appena colte, soprattutto quanto si tratta di carote. Le troviamo sempre in confezione o in sacchetto (senza considerare quelle in busta, già cotte o in scatola). Ieri le ho trovate fresche, sfuse e con tutto il ciuffo. Non tutti sanno che la parte verde delle carote si può magiare... anzi è gustosissima. Si usano le foglie più tenere che sono delicate e molto aromatiche. Si possono preparare ottime frittate e minestre ma con un po' di fantasia si possono utilizzare in diverse preparazioni, sia come erbette che come aromatiche. Un bel  modo per utilizzare tutte le parti della carota ridurre gli scarti e fare un bel gesto per l'ambiente... e perché no, anche per il portafogli.

Ingredienti:
(x 2 persone)
mezzo petto di pollo in fette
mollica di due fette di pane
2 cucchiaini di capperi sotto sale
2 carote con ciuffo
semi di cumino (o finocchio)
1 foglia di alloro
farina
1 bicchiere scarso d'acqua o vino bianco
olio extravergine di oliva
sale

Pulite e affettate il petto di pollo in fette molto sottili o fatelo fare dal macellaio. Dissalate i capperi lasciandoli in acqua per almeno 15 minuti. Nel frattempo pulite le carote e le foglie tenere del ciuffo. Tritate il ciuffo. Dividete le carote a metà per la lunghezza e riducetele a banstoncini. Sbriciolate la mollica del pane e conditela con le foglie tritate, i capperi scolati e tritati (non aggiungete sale). Stendete le fette di pollo, distribuite un poco di pane e due o tre bastoncini di carota orizzontalmente. Arrotolate le fette e se sono abbastanza sottili, non serve lo stecchino per fermarli. Infarinateli e sistemateli in una padella con un filo d'olio. Aggiungete un cucchiaino scarso di semi di cumino (o di finocchio se preferite) e una foglia di alloro spezzettata. Quando sono leggermente coloriti, aggiungete un bicchiere scarso d'acqua (se volete un gusto delicato) o di vino bianco (se volete un gusto più intenso). Lasciateli cuocere per dieci minuti, fino a che il liquido si sia ridotto e formato la salsina. Servite subito.

Note: potete preparare gli involtini in anticipo e finire la cottura, sfumando col vino, all'ultimo momento.

stampa il post

Print Friendly and PDF
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...